Vampate di calore dopo allenamento bicicletta

Allenamento fuori bicicletta per ciclisti

Esclusione di responsabilità per i contenuti I contenuti di questo sito web sono forniti solo a scopo informativo. Le informazioni su una terapia, un servizio, un prodotto o un trattamento non avallano o supportano in alcun modo tale terapia, servizio, prodotto o trattamento e non intendono sostituire la consulenza del medico o di un altro professionista sanitario registrato. Le informazioni e i materiali contenuti in questo sito web non intendono costituire una guida completa su tutti gli aspetti della terapia, del prodotto o del trattamento descritto nel sito. Tutti gli utenti sono invitati a rivolgersi sempre a un professionista sanitario registrato per ottenere diagnosi e risposte alle loro domande mediche e per verificare se una particolare terapia, servizio, prodotto o trattamento descritto sul sito web sia adatto alle loro circostanze. Lo Stato di Victoria e il Dipartimento della Salute non si assumono alcuna responsabilità per l’affidamento fatto dagli utenti sul materiale contenuto in questo sito web.

Perché sento così caldo dopo essere andato in bicicletta?

Calore e disidratazione in bicicletta

Il surriscaldamento si verifica quando si sottopone il corpo a una temperatura anormalmente elevata senza che vi sia spazio per un raffreddamento sufficiente. Quando si pedala, la temperatura interna aumenta e si suda per regolare la temperatura corporea.

Le vampate di calore possono essere scatenate dall’esercizio fisico?

I risultati hanno mostrato che livelli più elevati di attività fisica erano significativamente associati a un aumento delle probabilità di vampate di calore moderate o gravi (P per trend = 0,02).

Esercizi in bicicletta

I fattori scatenanti delle vampate di calore possono variare dalle sostanze che ingeriamo, come i cibi piccanti, il vino rosso, la caffeina e la nicotina, ai fattori ambientali, ad esempio il clima caldo o l’indossare indumenti che fanno sudare di più.

Anche le emozioni possono avere un effetto simile e persino un bagno caldo, un’attività solitamente considerata “rilassante”, può provocare la sensazione di calore pungente che si diffonde nel corpo e che molte donne descrivono.

Le vampate di calore e la menopausa nelle donne sono un settore della medicina che non ha visto molte ricerche negli ultimi decenni. Solo negli ultimi anni la “transizione” femminile è tornata a essere oggetto di attenzione.

Questo non sembra giusto se si considera che fino all’80% delle donne sperimenterà vampate di calore durante i sintomi della menopausa per circa cinque anni. E queste sono le fortunate: circa un terzo delle donne ne soffrirà per altri cinque anni.

Lo stress non è sempre facile da evitare, ma per le donne in menopausa è sicuramente qualcosa che vale la pena imparare ad affrontare. Quando siamo stressati, l’adrenalina sale nel corpo. Il cuore batte più velocemente e il flusso sanguigno accelera, provocando un aumento della temperatura. La vampata di calore è il processo di raffreddamento del nostro corpo.

Il ciclismo è un allenamento per la forza

Circa l’80% delle persone con ovaie in questa fase della vita sperimenta “un’improvvisa sensazione di calore con talvolta viso arrossato, sudorazione e palpitazioni”, afferma Sherry A. Ross, MD, ginecologa certificata ed esperta di salute femminile presso il Providence Saint John’s Health Center di Santa Monica, California.

Sebbene possa sembrare che il corpo stia bruciando, il vero problema è “la risposta inappropriata del corpo a piccoli cambiamenti di temperatura”, afferma Susan Mitchell, medico, ginecologa presso la Northwestern Medicine del Delnor Hospital.

“Proprio nel periodo della menopausa, il corpo delle persone diventa molto sensibile anche a piccoli aumenti di temperatura, per cui quando il corpo di una persona si scalda appena un po’, c’è una reazione estrema per cercare di raffreddare il corpo”, spiega la dottoressa Mitchell.

Quando si ha una vampata di calore, l’ipotalamo – la parte del cervello che regola la temperatura corporea – percepisce erroneamente che si è più caldi di quanto non si sia in realtà, secondo la North American Menopause Society.

Esercizi per ciclisti

Il ciclismo è un esercizio ideale per bruciare molte calorie, costruire muscoli e migliorare la forma fisica generale. È un’ottima aggiunta a una routine di esercizi, a un metodo di trasporto o a un’attività hobbistica del fine settimana. Qualunque sia il motivo per cui si sceglie di andare in bicicletta, la cosa più importante è ottenere gli effetti desiderati in modo sicuro e corretto, con lesioni minime.

Esistono due tipi principali di ciclismo: quello indoor e quello outdoor. Mentre il ciclismo indoor (chiamato anche spinning) è stazionario e la cyclette è fissata in un punto, per il ciclismo all’aperto bisogna andare per sentieri o strade in bicicletta (non dimenticate il casco!). Un problema comune dei ciclisti è il surriscaldamento.

Se vivete in regioni calde o andate in bicicletta in condizioni di caldo, potreste già avere familiarità con il surriscaldamento durante la pedalata o addirittura con una maggiore sudorazione in una giornata calda. Anche se in parte si tratta di una risposta naturale del corpo alle temperature più calde, il surriscaldamento e l’esaurimento da calore possono avere gravi ripercussioni se non vengono affrontati. Se continuate a leggere, vi diremo tutto quello che c’è da sapere al riguardo e come evitare il surriscaldamento quando andate in bicicletta. Andiamo!

Autore:
Angelo Ricci
Un appassionato di ciclismo con una grande passione per le biciclette e la condivisione di questa passione con altri. Grazie al mio blog, ho trovato un modo per farlo e spero di continuare a farlo per molti anni a venire.