Dispendio calorico bicicletta

Dai watt del ciclismo alle calorie

L’esercizio fisico può avere numerosi benefici sulla salute dell’individuo, come la riduzione di malattie come quelle cardiache, il diabete, l’obesità e l’ipertensione. Un altro vantaggio dell’esercizio fisico è che brucia calorie e può contribuire a promuovere la perdita di peso. L’attività fisica, di qualsiasi tipo, aumenta il dispendio energetico e può contribuire a creare un deficit calorico necessario per perdere peso. Detto questo, il numero di calorie bruciate in un determinato allenamento dipende da vari fattori, uno dei quali è l’attività svolta.

Esistono diverse cyclette, tra cui le cyclette stazionarie, note anche come cyclette verticali, le cyclette reclinate (che simulano la seduta su una sedia e la pedalata) e le cyclette indoor, chiamate anche spin bike. Gli allenamenti con la cyclette sono un ottimo modo per migliorare la forma aerobica e rafforzare le gambe, riducendo al minimo lo stress articolare. Inoltre, un allenamento con la cyclette permette di bruciare un discreto numero di calorie. Siete curiosi di sapere quante calorie si bruciano durante una sessione di sudore in bicicletta? Continuate a leggere e scoprite i nostri consigli per bruciare il maggior numero di calorie con la cyclette!

Calcolatore di calorie bruciate

Questo studio è stato progettato per misurare l’assorbimento di O2 (VO2) dei ciclisti mentre pedalavano all’aperto a velocità comprese tra i 32 e i 40 km/h. Le analisi di regressione dei dati di 92 prove effettuate utilizzando le stesse ruote, gli stessi pneumatici e la stessa pressione, con i ciclisti in sella alla loro marcia preferita e in posizione aerodinamica, hanno indicato l’equazione migliore (r = 0,84) per stimare il VO2 in litri al minuto VO2 = -4,50 + 0,17 velocità del ciclista + 0,052 velocità del vento + 0,022 peso del ciclista, dove la velocità del ciclista e del vento sono espresse in chilometri all’ora e il peso del ciclista in chilogrammi. Seguire da vicino un altro ciclista, cioè fare il drafting, a 32 km/h ha ridotto il VO2 del 18 +/- 11%; il beneficio del drafting di un singolo ciclista a 37 e 40 km/h è stato maggiore (27 +/- 8%) rispetto a quello a 32 km/h. Il prelievo di uno, due o quattro corridori in fila a 40 km/h ha comportato la stessa riduzione del VO2 (27 +/- 7%). Pedalare a 40 km/h in coda a un gruppo di otto ciclisti ha ridotto il VO2 in misura significativamente maggiore (39 +/- 6%) rispetto alla traina di uno, due o quattro ciclisti in fila; la traina di un veicolo a 40 km/h ha comportato la maggiore riduzione del VO2 (62 +/- 6%). Il VO2 era inoltre più basso del 7 +/- 4% quando i ciclisti utilizzavano una bicicletta aerodinamica. Un set di ruote aerodinamiche con un numero ridotto di raggi e un set di ruote a disco sono state le uniche ruote a ridurre significativamente il VO2 mentre i ciclisti guidavano una bicicletta da corsa convenzionale a 40 km/h.(ABSTRACT TRUNCIATO A 250 PAROLE)

Quante calorie brucia la camminata

L’altro giorno ho fatto un giro in bicicletta di 40 km. Ho registrato la corsa su uno smartwatch Polar e su un GPS Lezyne e, sebbene il Polar mi dicesse che avevo bruciato 1.235 calorie, il Lezyne ha calcolato che ne avevo consumate solo 933. È più o meno il contenuto energetico della mia colazione prima della corsa o, meno salutare, di un cheeseburger di McDonald’s dopo la corsa.

Per misurare con precisione le calorie attive bisogna andare in laboratorio, utilizzando il calore prodotto o osservando quanto ossigeno si consuma e quanta anidride carbonica si produce con la potenza erogata su una cyclette.

Questo aumenta con il cubo della velocità, quindi per superare questo problema dovrete utilizzare un numero di calorie otto volte superiore se pedalate al doppio della velocità (il cubo della velocità è una potenza in più rispetto al quadrato, quindi se raddoppiate la velocità la quantità di energia necessaria è 2 x 2 x 2 = x8). Se si va tre volte più veloci, la quantità di energia necessaria è 3 x 3 x 3 = x27, ecc. Quindi la quantità di sforzo richiesta aumenta rapidamente).

A seconda del luogo in cui si pedala, questo potrebbe assorbire circa un quarto delle calorie prodotte. L’attrito degli ingranaggi della bicicletta e dei pneumatici contro la strada potrebbe rappresentare circa un altro 15 percento.

Ciclo Runbundle

Risposta: Dividere la quantità di kJ per 4,184 e poi dividere per .25. Le calorie bruciate in bicicletta dipendono dall’efficienza metabolica lorda, ma per la maggior parte delle persone è compresa tra il 20 e il 25%. Ciò significa che ogni caloria bruciata produce circa 1,045 kilojoule. Per motivi pratici, la maggior parte dei ciclisti ritiene che 1 kJ equivalga a 1 caloria.

Nel contesto del ciclismo, l’energia, il modo in cui viene consumata, bruciata e spesa, è al centro delle prestazioni di resistenza. L’energia nel ciclismo si riferisce a un paio di cose: l’energia immagazzinata sotto forma di energia chimica dall’alimentazione e l’energia termica e meccanica che viene erogata quando siamo in bicicletta. Esaminiamo alcuni dei diversi termini con cui viene indicata l’energia.

Prima di tutto, cos’è una caloria? Per ottenere prestazioni durante il ciclismo, abbiamo bisogno di energia. In parole povere, la caloria è un’unità di energia e viene comunemente considerata in due modi: la caloria piccola (spesso indicata come caloria fisica o al grammo) e la caloria grande (nota come caloria alimentare, spesso indicata con la “C” maiuscola).

Autore:
Angelo Ricci
Un appassionato di ciclismo con una grande passione per le biciclette e la condivisione di questa passione con altri. Grazie al mio blog, ho trovato un modo per farlo e spero di continuare a farlo per molti anni a venire.