Bicicletta femminile vintage con cambio e cestino

1980 schwinn 3 speed bike

Un classico iconico che rimanda a un’epoca passata. Il design senza tempo, unito a una qualità costruttiva impeccabile e a componenti moderni e affidabili, vi offre un’esperienza a due ruote impareggiabile che resiste alla prova del tempo.

Un classico iconico che richiama un’epoca passata. Un design senza tempo, unito a una qualità costruttiva impeccabile e a componenti moderni e affidabili, per un’esperienza a due ruote senza pari che resisterà alla prova del tempo.

17,5″ / 5 / Buckingham Black – £995,0020″ / 5 / Buckingham Black – £995,0022″ / 5 / Buckingham Black – £995,0017,5″ / 5 / Regency Green – £995,0020″ / 5 / Regency Green – £995,0022″ / 5 / Regency Green – £995,0017. 5″ / 8 / Buckingham Black – £1.095,0020″ / 8 / Buckingham Black – £1.095,0022″ / 8 / Buckingham Black – £1.095,0017,5″ / 8 / Regency Green – £1.095,0020″ / 8 / Regency Green – £1.095,0022″ / 8 / Regency Green – £1.095,00

La Princess è l’epitome della tradizione ciclistica classica inglese. Il suo look senza tempo e la posizione di guida eretta rimandano a un’epoca più semplice, fatta di viaggi rilassati in città, tranquille gite in campagna e uno stile di ciclismo più tranquillo.

Biciclette classiche

La bicicletta, chiamata anche pedalata, bici, bicicletta a spinta o ciclo, è un veicolo a pedalata assistita, alimentato da energia umana o da motore e dotato di due ruote attaccate a un telaio, una dietro l’altra. Chi va in bicicletta è chiamato ciclista o ciclista.

Le biciclette sono state introdotte nel XIX secolo in Europa. All’inizio del XXI secolo se ne contavano più di 1 miliardo.[1][2][3] Questi numeri superano di gran lunga il numero di automobili, sia in totale che in base al numero di singoli modelli prodotti.[4][5][6] Sono il principale mezzo di trasporto in molte regioni. Sono anche una forma popolare di svago e sono state adattate per l’uso come giocattoli per bambini, per il fitness generale, per applicazioni militari e di polizia, per i servizi di corriere, per le corse in bicicletta e per le acrobazie in bicicletta.

La forma e la configurazione di base di una tipica bicicletta verticale o “di sicurezza” è cambiata poco da quando è stato sviluppato il primo modello a catena intorno al 1885.[7][8][9] Tuttavia, molti dettagli sono stati migliorati, soprattutto dopo l’avvento dei materiali moderni e della progettazione assistita da computer. Ciò ha permesso una proliferazione di progetti specializzati per molti tipi di ciclismo. Nel XXI secolo si sono diffuse le biciclette elettriche.

Cruiser vintage schwinn a 3 velocità

La Keeka incorpora il leggendario sistema di cambio interno Shimano Nexus a 3 velocità. Il sistema di ingranaggi interni significa che la catena della trasmissione gira su un singolo pignone, mentre il cambio di marcia avviene all’interno del cambio nei mozzi. Il risultato è un cambio superveloce e scorrevole e un sistema di ingranaggi che richiede poca manutenzione.

I freni Keeka Features Promax Dual pivot callipers offrono un’incredibile potenza di arresto. Abbinati ai pneumatici Kenda KWEST, sono adatti sia per le strade asfaltate che per il fuoristrada occasionale. I cerchi della Keeka sono a doppia parete, quindi più resistenti dei normali cerchi a parete singola. La superficie dei freni è stata lavorata a CNC per offrire le migliori condizioni di aderenza alle pastiglie.

Il telaio è leggero e privo di ruggine, con una posizione di guida comoda ed eretta. Abbiamo inoltre montato componenti come la luce anteriore a LED per migliorare la visibilità e i punti di montaggio sul telaio per montare il portapacchi e il cestino opzionali.

Bicicletta da donna vintage con cestino

I ciclisti di tutto il paese posavano con orgoglio con le loro ruote, come questa donna in questo tintype del 1890. Così facendo, dichiaravano di aver abbracciato e padroneggiato la nuova tecnologia. Per molti, un ritratto in bicicletta era anche una sorta di dichiarazione di indipendenza. (Museo nazionale di storia americana)

Bicicletta Columbia a ruota alta, 1886, nella collezione del National Museum of American History. Albert Pope e la Pope Manufacturing Company dominarono il mercato delle biciclette negli anni Ottanta del XIX secolo con il marchio Columbia di biciclette a ruota alta.

Autore:
Angelo Ricci
Un appassionato di ciclismo con una grande passione per le biciclette e la condivisione di questa passione con altri. Grazie al mio blog, ho trovato un modo per farlo e spero di continuare a farlo per molti anni a venire.